Ash Wednesday

March 21, 2012 § Leave a comment

Sarebbe il caso di chiedersi perché io traduca dall’inglese una poesia che quasi tutti sono in grado di capire così com’è e che non avrei l’esperienza per tradurre. Per tradirla, per appropriarmene, e anche perché forse qualcuno si sta chiedendo perché non ho scritto nulla in tutto questo tempo.

T. S. ELIOT
ASH WEDNESDAY

Because I do not hope to turn again
Because I do not hope
Because I do not hope to turn
Desiring this man’s gift and that man’s scope

I no longer strive to strive towards such things
(Why should the aged eagle stretch its wings?)
Why should I mourn
The vanished power of the usual reign?

Because I do not hope to know again
The infirm glory of the positive hour
Because I do not think
Because I know I shall not know
The one veritable transitory power
Because I cannot drink
There, where trees flower, and springs flow, for there is nothing again

Because I know that time is always time
And place is always and only place
And what is actual is actual only for one time
And only for one place
I rejoice that things are as they are and
I renounce the blessed face
And renounce the voice
Because I cannot hope to turn again
Consequently I rejoice, having to construct something
Upon which to rejoice

And pray to God to have mercy upon us
And pray that I may forget
These matters that with myself I too much discuss
Too much explain
Because I do not hope to turn again
Let these words answer
For what is done, not to be done again

May the judgement not be too heavy upon us

Because these wings are no longer wings to fly
But merely vans to beat the air
The air which is now thoroughly small and dry
Smaller and dryer than the will
Teach us to care and not to care
Teach us to sit still.

Pray for us sinners now and at the hour of our death
Pray for us now and at the hour of our death.

*

Perché non spero di voltarmi ancora
Perché non spero
Perché non spero di voltarmi
Desiderando il dono di questo e lo scopo di quello

Non mi sforzo più di sforzarmi a queste cose
(Perché la vecchia aquila dovrebbe aprire le ali?)
Perché dovrei piangere
La potenza svanita dell’usato regno?

Perché non spero di sapere ancora
La gloria instabile dell’ora certa
Perché non penso
Perché so che non saprò
L’unico vero potere transitorio
Perché non posso bere
Là, dove gli alberi fioriscono, e le primavere trascorrono, perché di nuovo è il nulla

Perché so che il tempo è sempre il tempo
E il luogo è sempre solo il luogo
E ciò che è reale è reale per un solo tempo
E per un solo luogo
Mi rallegro perché le cose sono quel che sono e
Abdico al volto benedetto
E abdico alla voce
Perché non posso sperare di voltarmi ancora
Dunque mi rallegro, dovendo inventare qualcosa
Di cui rallegrarmi

E prego Dio di avere pietà di noi
E prego di poter dimenticare
Queste questioni che troppo a lungo discuto con me stesso
Troppo a lungo spiego
Perché non spero di voltarmi ancora
Che queste parole rispondano
Di ciò che è stato fatto, che non dev’essere più fatto

Possa il giudizio non essere troppo duro su di noi

Perché queste ali non sono più ali per volare
Ma soltanto penne per battere l’aria
L’aria che ora è così stretta e asciutta
Più stretta e più asciutta della volontà
Insegnaci ciò che importa e ciò che non importa
Insegnaci a stare seduti composti.

Prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte
Prega per noi adesso e nell’ora della nostra morte.

Advertisements

Tagged: ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

What’s this?

You are currently reading Ash Wednesday at hydrargyrium.

meta

%d bloggers like this: